/Minori e tecnologia – il punto di vista dei genitori

Minori e tecnologia – il punto di vista dei genitori

Kaspersky Lab, un’azienda informatica leader mondiale per le proprie soluzioni di sicurezza e protezione dei device digitali di privati e aziende, impegnata anche sul fronte dei sistemi di parental control, ha realizzato un sondaggio (somministrato solo online) cui hanno risposto 537 genitori, principalmente mamme del Nord Italia, tra i 30 e i 50 anni, riferendosi a bambini di età compresa tra i 7 e i 14 anni

 

Dall’indagine è emerso che l’81% dei genitori intervistati ha dichiarato di essere favorevole all’utilizzo della tecnologia da parte dei propri figli a patto che questi rispettino determinate condizioni da loro imposte: tempo limitato (62%), solo in presenza di un adulto (40%) e divieto di utilizzare i social network (30%). Solo il 3% proibisce l’uso dei nuovi strumenti tecnologici, mentre il 7% lascia piena libertà ma controlla di nascosto e il 6% dà piena fiducia e lascia che utilizzino la tecnologia senza alcun controllo.